A rovinare almeno in parte le nostre serate estive ci pensano le zanzare, insetti che proliferano e pungono soprattutto da maggio a settembre.

Esistono differenti specie di zanzare, più o meno aggressive, in Italia esistono circa 60 specie che si è soliti dividere in 3 famiglie:

  • Culex. La zanzara comune che vive solitamente sempre negli stessi luoghi da cui tende a non spostarsi. Agisce solitamente all’alba e al tramonto.
  • Anophelescome. Sono le zanzare precedenti, sono stanziali e pungono soprattutto a partire dal tramonto e per tutta la notte.
  • Aedesono. Rappresentano le zanzare più temibili di cui fa parte anche la famosa zanzara tigre. Questi insetti a differenza delle altre famiglie si spostano percorrendo anche grandi distanze. Altra particolarità è quella di essere attive nel corso di tutta la giornata, notte compresa.

La zanzara tigre si riconosce facilmente grazie alle striature bianche e nere che si trovano sul suo corpo. È una zanzara molto operativa di giorno e le sue prede preferite sono proprio gli esseri umani, ecco perché spesso prolifera negli ambienti urbani.

La puntura è spesso dolorosa e in caso di sensibilità la zona colpita può gonfiarsi visibilmente e prudere molto. Questa zanzara, tra l’altro, può essere anche portatrice di malattie, questo avviene con molta più frequenza in Asia, Africa e nelle zone caraibiche dove esistono alcune patologie come febbre gialla e dengue.

Una ricerca di qualche anno fa ha notato come tre specie vegetali possono aiutarci a contrastare le zanzare tigre evitando prodotti chimici, si tratta in particolare del Coriandolo, la Ruta d’Aleppo e la Lamiacea Hyptis Suaveolens.

La ricerca ha utilizzato gli oli essenziali di queste tre piante scoprendo che esse garantiscono una repellenza superiore a quella del DEET, la sostanza chimica considerata più efficace per evitare le punture di zanzare, ma anche molto tossica.

Perché ci pungono le zanzare?

Le zanzare hanno bisogno di sangue per poter sviluppare le uova, ecco perché ci pungono. A farlo sono ovviamente solo le femmine della specie quelle che si occupano appunto della riproduzione attraverso le uova.

Se avete l’impressione che le zanzare pungano sempre voi è probabile che possediate una serie di caratteristiche ben precise. Le zanzare, infatti, è stato confermato anche dalla scienza, hanno delle preferenze e scelgono quindi chi pungere con maggior frequenza. Sembra che tra i fattori da tenere in considerazione vi siano:

  • gruppo sanguigno (soprattutto 0),
  • odore della pelle,
  • sudore,
  • abiti (soprattutto di colore scuri o vivaci, ad esempio rosso, nero e blu) che si indossano,
  • movimenti che si compiono.

Si tratta quindi in sostanza di stimoli di tipo visivo e olfattivo.

Perché non usare gli insetticidi?

Tutti noi vorremo avere la bacchetta magica per tenere lontane le zanzare ma questa purtroppo non esiste. Ecco allora che sul mercato si possono trovare degli insetticidi a base di sostanze chimiche repellenti per gli insetti. Si tratta di prodotti inquinanti e tossici.

La maggior parte degli insetticidi, infatti, contengono il DEET (dietiltoluamide) in concentrazioni che vanno dal 5% al 25%. Rispetto all’utilizzo di questa sostanza ci sono alcune preoccupazioni riguardo a potenziali effetti tossici che si possono avere nel lungo termine in particolare sui più piccoli.

Il fai-da-te contro le zanzare, tra l’altro, è molto dannoso per la buona salute di animali come api, farfalle e lucciole.

Quali rimedi naturali?

Gli oli essenziali contro le zanzare si possono usare non solo realizzando uno spray repellente, ma anche diffondendoli in casa, spargendoli su cuscini o lenzuola in camera da letto, cospargendo batuffoli di cotone da posizionare ad esempio sui davanzali e altre zone della casa a rischio zanzare.

Anche le piante possono aiutarci a tenere lontane le zanzare. Si tratta in particolare di alcune erbe o fiori che hanno un odore sgradito a questi insetti ma che al contrario per noi sono piacevoli e possono rendere più verde l’atmosfera dei nostri davanzali, balconi o giardini.

Ad esempio la citronella è una delle piante più note e utilizzate per allontanare le zanzare in maniera naturale. Potete coltivare la citronella in giardino o in vaso posizionandola in punti strategici. Altre piante da piantare a questo scopo la calendula, che emana un odore molto intenso, il geranio, la monarda, l’Agerato e l’erba gatta.

Come prevenire le punture di zanzara?

Contro le zanzare si possono mettere in atto anche altri escamotage per evitare le punture. Per prima cosa occorre fare in modo che adulti e bambini siano il più possibile protetti dalle cosiddette “barriere fisiche” quindi:

  • zanzariere;
  • vestiti a maniche lunghe e pantaloni lunghi;
  • scarpe chiuse;

Altri buoni consigli sono poi quelli di:

  • non mettersi profumo;
  • non generare ristagni d’acqua (attenzione in particolare ai sottovasi) dove le zanzare possono deporre le uova;
  • evitare vestiti troppo colorati e brillanti che attirano gli insetti.

Il rimedio naturale che elimina le zanzare

Molti sono i rimedi naturali e le strategie per tenere lontane le zanzare. Un modo semplice, pratico e assolutamente atossico è il nuovo Antizanzare da polso sonico.

L’antizanzare da polso sonico si avvale di una nuova tecnologia a emissioni soniche variabili (3 livelli sonori) per una maggiore efficacia repellente. Le emissioni soniche sono suoni a bassa frequenza, solitamente leggermente udibili dall’orecchio umano, ma molto fastidiose per alcuni insetti tra cui le zanzare. Esse riproducono il rumore delle ali del maschio allontanando le zanzare femmine, quelle che “pungono”, alla ricerca del sangue necessario per la riproduzione e lo sviluppo delle uova.

Per garantire una migliore efficacia repellente ed evitare l’assuefazione delle zanzare, è stata sviluppata una nuova tecnologia a emissioni soniche variabili con frequenze e intensità modulate.

Le onde soniche si irradiano nell’area partendo da un punto sorgente e propagandosi in modo circolare e attenuandosi con la distanza. Alla giusta frequenza e con una corretta forma d’onda garantiscono un ottimo effetto repellente soprattutto per le zanzare.

Essendo leggermente udibili, è possibile variare l’intensità fino a 3 livelli in base al proprio gradimento. Se utilizzato in ambiente domestico, specialmente in camera da letto, si consiglia di impostare il dispositivo alla massima intensità prima di coricarsi e al minimo una volta a letto.

Il braccialetto ha un design divertente e moderno, con cinturini di colori differenti fluo (fucsia, giallo, verde, arancione) o nero.

  • è pratico, con indicatore luminoso e pulsante on/off,
  • non utilizza prodotti chimici e odori. Protezione per persone fino a 3 metri,
  • è pratico, leggero, indossabile con cinturino ipoallergenico o clip,
  • funziona a batteria (inclusa), della durata di 8 mesi,
  • ha una garanzia di 5 anni.

Puoi trovarlo nei punti vendita Ortopedix di Prato e Firenze. Per avere maggiori informazioni chiama i numeri:  0574 52 78 99 oppure 055 66 67 40.

Condividi su: